Have an account? Sign In or Sign up

Associarsi a
Winemonitor

Ruolo socioeconomico e prospettive della vitivinicoltura toscana

Nell’ambito di un incontro organizzato dall'Accademia dei Georgofili sul comparto vitivinicolo toscano, Denis Pantini ha fornito alcuni dati e considerazioni sul ruolo socio economico di tale comparto nell'economia regionale e sulle prospettive future alla luce del quadro di mercato che si prospetta nei prossimi anni.

Firenze, 29 settembre 2016 - Il settore enologico toscano ha registrato nel 1°semestre 2016 un valore dell’export che si attesta ad oltre 427 milioni di euro, pesando per il 17% sul totale delle esportazioni vinicole nazionali e rappresentando così, dopo il Veneto, la seconda regione per valore delle vendite all’estero. Un ruolo di primo piano, quello della filiera vitivinicola toscana, che risulta ancora più evidente sull’economia regionale se si pensa, infatti, che l’incidenza dell’export di vino sul totale dell’export agroalimentare toscano è pari al 38% contro una media nazionale del 15%.

Questi alcuni dei dati presentati da Wine Monitor Nomisma nel corso dell'evento organizzato dall'Accademia dei Georgofili a cui hanno partecipato Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole, Lamberto Frescobaldi, presidente del gruppo vinicolo Marchesi Frescobaldi, Marco Remaschi, Assessore all'agricoltura della regione Toscana e Giuseppe Martone, provveditore regionale dell'Amministrazione Penitenziaria della Toscana.

Richiedi la relazione completa di Denis Pantini a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo cookies